Pubblico volentieri una presa di posizione del Prof. Leoluca Orlando riguardo all’attuale situazione in Italia.

Domenica 21/12/2008 – L’egocentrica prepotenza di Berlusconi non ci spaventa. L’unico sovrano in Italia è il popolo, la metà del quale non lo ha votato.

“E’ penoso che l’Italia debba assistere ripetutamente ai discorsi qualunquisti del Presidente del Consiglio; per fortuna sappiamo che sono milioni gli italiani informati che sanno bene come Silvio Berlusconi tenti di occultare il proprio opportunismo politico-economico. Dietro i suoi sorrisi da showman ci sono i soliti violenti interessi di predominio”. Questo il commento del portavoce nazionale dell’Italia dei Valori Leoluca Orlando alle ultime esternazioni di Silvio Berlusconi.

“Ciò che riteniamo urgente ricordare è, in primo luogo, che l’unico sovrano in Italia è il popolo; il popolo italiano non emana la propria sovranità a chi elegge, ma gli delega il perseguimento ed il rispetto dell’eguaglianza dei cittadini di fronte ai diritti e ai doveri, alla legge, allo spirito democratico iscritto nella Carta Costituzionale”.

“Inoltre – prosegue Orlando -, Silvio Berlusconi vorrebbe che chi rappresenta quella metà del paese che non l’ha votato fosse estromessa dalla partecipazione alle riforme o che fosse comandata da lui stesso. Come Italia dei Valori non siamo affatto intimoriti dalla sua egocentrica prepotenza infarcita di volgarità, sappiamo che il Presidente del Consiglio ha paura della nostra coerenza e lo abbiamo verificato quando ha persino lavorato in silenzio con i suoi obbedienti seguaci per sottrarci incarichi parlamentari spettanti all’opposizione”.

Il portavoce IdV ha infine affermato, “Siamo preoccupati del fatto che, di fronte a una situazione sociale ed economica così delicata per l’Italia, chi è preposto alla guida del paese sia animato solo dal desiderio di intimorire l’informazione libera, di minacciare costantemente l’indipendenza della Magistratura e di violare la fondamentale dialettica con il paese rappresentato dall’opposizione. Riteniamo essere in moltissimi a non voler svendere la democrazia e a non essere comprabili per soddisfare pulsioni eversive ed egemoniche”.

Shortlink: http://wp.me/pdCW4-4Z

Advertisements